10.1 C
Rieti
4 Dicembre 2022 - 22:58

Silvia Cipriani, il giallo di Rieti vicino a una svolta

Caso Silvia Cipriani: il giallo di Rieti tra rilievi della Questura e dissapori familiari

RIETI – Prosegue da più di dieci giorni il silenzio stampa della Procura sulla scomparsa di Silvia Cipriani.

L’unico aggiornamento concreto è stato pubblicato ieri, in cui riportavamo la presenza di tre uomini in borghese appartenenti alla Squadra Mobile di Rieti presso l’abitazione di Cerchiara. Nonostante sia trascorso diverso tempo – ma non troppo dal ritrovamento di auto, oggetti personali e reperti ossei – è possibile pensare che gli agenti della Questura stiano seguendo una pista ben precisa.

silvia cipriani morta
- Advertisement -

Gli uomini della Mobile sono stati visti fotografare, imbustare e spostare una scala in direzione del tetto dell’abitazione per più di due ore; tutto questo fa pensare a un lavoro preciso e mirato, vista l’assenza della Polizia Scientifica.

Probabilmente gli inquirenti cercano nuovi indizi volti ad avvalorare la tesi più accreditata, ossia quella dell’omicidio e occultamento di cadavere.

- Advertisement -

Intanto, da La vita in diretta arrivano notizie su dissapori tra Francesco, il cugino di Silvia, e Valerio, il nipote, che secondo il settantenne reatino «Non risponde più al telefono.» Francesco, infatti, avrebbe chiesto pubblicamente scusa per aver fatto riferimenti a denaro in contante «nascosto sotto la mattonella», anche se in paese «erano queste le voci» sulla donna scomparsa.

Mentre la famiglia si spacca in due, il giallo sull’ex postina reatina sembra non essere distante da una svolta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ULTIME NOTIZIE