10.4 C
Rieti
8 Dicembre 2022 - 20:50

Violentata sul treno per Fara Sabina: molestatore ricercato dalla Polizia

Accade su un treno Roma Tiburtina-Fara Sabina: una ventenne è stata circuita e poi violentata da un uomo che si spacciava per transessuale

ROMA – Domenica 30 luglio da dimenticare per una ventenne della Bassa Sabina che, a bordo di un treno per Fara Sabina, è stata violentata da un uomo di 33 anni che si spacciava di essere transessuale.

La dinamica

La ventenne sale su un treno a Roma Tiburtina per raggiungere Fara Sabina. Essendo domenica, il vagone è vuoto. A pochi posti di distanza da lei c’è un uomo di 33 anni che, poco dopo, si avvicina alla giovane. Iniziano a parlare, lui sembra simpatico: le dice che sta per completando la fase di transizione per diventare una transessuale, ma terrà il pene. Inoltre, le racconta che “è un massaggiatore professionista, vedrai come starai meglio dopo”.

- Advertisement -

La ragazza è completamente circuita dal suo savoir faire. Una volta accanto alla giovane donna, dal massaggio alla cervicale si è passati al corpo. Ma con la scusa degli ormoni, il carnefice ha continuato a toccare la donna, fino ad arrivare a toccarsi. Senza pensarci due volte l’uomo si abbassa i pantaloni e in piedi, davanti e lei, comincia a masturbarsi. La vittima riesce scaltramente a dileguarsi, chiamando i soccorsi.

Violentatore seriale

La ragazza non ci ha pensato due volte e dopo aver raccontato tutto agli agenti della Ferroviaria ha denunciato formalmente l’accaduto. Complici anche le videocamere di sorveglianza a bordo del treno regionale, gli uomini della Polizia hanno identificato l’uomo. Si tratta di un 33enne che frequenta spesso la stazione Tiburtina, in passato condannato per reati di questo tipo. Al momento, però, risulta irrintracciabile: ma non appena verrà individuato, dovrà rispondere del reato di violenza sessuale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ULTIME NOTIZIE