10.4 C
Rieti
8 Dicembre 2022 - 20:18

Vacanza da incubo per un giovane coresino: vomito e febbre alta, sospetto legionella

SONDRIO – Quella che doveva essere una vacanza all’insegna del divertimento per S.P., 20 anni, originario di Passo Corese, si è trasformata in un incubo. Dopo un viaggio a Bormio organizzato dall’oratorio di Brescia di cui fa parte, il giovane è finito all’ospedale di Sondrio con tosse, febbre alta e spasmi muscolari. Sospetto? La legionella.

Essendoci almeno altri cento ragazzi con gli stessi sintomi, l’Ats della Montagna si è subito attivata effettuando i prelievi sull’acqua, anche se gli esiti arriveranno tra non prima di dieci giorni. Il giovane è ricoverato in ospedale e nonostante i sintomi riportati le condizioni sono stabili.

Conferme in via d’accertamento, si esclude intossicazione alimentare

- Advertisement -

Secondo il Corriere, infatti, è da escludere l’intossicazione alimentare: «della spesa e dei pasti si occupavano le madri e le cuoche che hanno partecipato al campo. Genitori, ragazzi e sacerdote sono stati sottoposti a tampone: tutti risultati negativi al Covid», si apprende.

«Nella stessa struttura erano già stati ospitati altri gruppi di persone, che però non hanno avuto alcun problema. Ma per escludere l’ipotesi legionella, pur ritenendola poco probabile, non possiamo che attendere l’esito dei test», conferma l’Ats al quotidiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ULTIME NOTIZIE