INPS, niente soldi per pagare quarantene da Covid a lavoratori pubblici e privati

L’Istituto nazionale della previdenza sociale non pagherà le quarantene covid precauzionali per i lavoratori pubblici e privati.

A denunciarlo è Valerio Arenare, segretario nazionale del Sinlai: “È una beffa enorme per i lavoratori italiani, considerato che fino al 6 agosto le norme equiparavano la quarantena precauzionale alla malattia, quindi regolarmente pagata dall’Inps, mentre ora, per giunta retroattivamente, sarà considerata un’assenza non retribuita. La quarantena per chi è stato contagiato o è entrato in contatto con un positivo, infatti, è un obbligo e non una scelta per i lavoratore, il quale,  ancora una volta, dovrà pagare a proprie spese l’incompetenza di un governo che ha omesso di finanziare una misura importantissima”.

- Advertisement -

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ULTIME

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI