Incendio Fara, due elicotteri e un Canadair spengono le fiamme. Gli evacuati rientrano a casa | VIDEO

- Advertisement -

FARA SABINA – Situazione in miglioramento quella relativa all’incendio che ha interessato buona parte del Monte San Martino e le aree urbane di Pomonte, Farfa e Prime Case.

I residenti che nella serata di ieri avevano evacuato le proprie abitazioni a causa dell’avvicinarsi delle fiamme sono rientrati.

- Advertisement -

Nel frattempo, prosegue il lavoro volto alle operazioni di bonifica. Sul posto intervengono due elicotteri e un Canadair. La situazione è stabile e sotto controllo.

Il video degli elicotteri in azione su Farfa

Il post della Sindaca

La prima cittadina Roberta Cuneo ha pubblicato un post sull’accaduto. “Ieri abbiamo vissuto momenti molto difficili – scrive la prima cittadina. In serata i residenti più vicini alla linea del fuoco (frazioni di Prime Case e Pomonte) sono stati fatti uscire, momentaneamente, dalle loro abitazioni in via precauzionale, per poi rientrare una volta messa in sicurezza la zona. Desidero ringraziarli di cuore perché anche nei momenti più drammatici hanno tenuto duro e collaborato con i soccorsi. Ad ora c’è un fronte di fuoco su versante Farfa, monitorato costantemente dai Vigili del fuoco via terra e via cielo. Il resto sembra essere sotto controllo. Grazie a tutte le forze in campo per il lavoro che stanno facendo. Ieri è stata una giornata lunga e difficile, che mai dimenticheremo per il dolore provato”.

Il messaggio di Sergio Giovannelli, responsabile della protezione civile di Fara Sabina

- Advertisement -

“Scrivo qualcosa dopo aver passato una notte insonne, dopo aver sofferto quasi fino allo svenimento insieme ai ragazzi della GVCSA fino al mattino – scrive su Facebook. Sono orgoglioso di loro, di quello che hanno dato e di quello che daranno. E se qualcuno dice che è bruciato tutto io puntualizzo e dico che non sapete quanto abbiamo provato a fare per evitarlo, salvando le case e le persone. Ringrazio tutte le Associazioni che hanno contribuito allo spegnimento spalla a spalla “: Monterotondo, Montelibretti, Ass. Vol. Nerola, Avpc Nerola, Base 2001, CAER di Roma, Italsabina di Stimigliano, Moricone, Monte Flavio. La CRI Bassa Sabina e la Croce Blu per le ambulanze”.

- Advertisement -

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE ULTIME

ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI