18.6 C
Rieti
1 Ottobre 2022 - 19:57

Variante Delta, allerta in provincia di Rieti. D’Amato: «Sono preoccupato»

- Advertisement -

RIETI – La variante Delta preoccupa l’assessore D’Amato: «Saranno anticipati tutti i richiami con il vaccino Astrazeneca, a partire da luglio. Gli utenti riceveranno un messaggio con la nuova data. È necessario correre più della variante e utilizzare tutti i vaccini a disposizione completando il percorso vaccinale.»

La dirigente dell’ASL di Rieti, Marinella D’Innocenzo, è in allerta e pronta a controllare i tamponi positivi, sequenziandoli tramite test specifici mettendo in piedi una vera e propria task force volta a limitare i contagi.

- Advertisement -

D’Amato a Il Messaggero confessa che «Sono preoccupato. La Delta, lo abbiamo visto in Inghilterra e Spagna, provoca un aumento repentino dei casi. Godremo di questo basso numero di positivi ancora per un po’ – spiega l’assessore regionale alla Sanità – ma la variante è destinata a diventare dominante, per questo bisogna agire adesso per fare in modo di contenerla il più possibile. L’obiettivo è arrivare ad analizzare il 100 per cento dei tamponi positivi, contro il 10-12 per cento di oggi. Al momento, sono stati coinvolti Spallanzani, Gemelli, Ifo, Policlinico Tor Vergata, Umberto I, Istituto Zooprofilattico che hanno a disposizione macchinari innovativi che permettono di fare il lavoro in modo rapido. E poi dobbiamo correre per completare le seconde dosi».

Nel frattempo, sono 120.339 il numero totale delle dosi somministrate in provincia di Rieti. 78.119 in prima dose di cui 57.888 Pfizer, 16.297 AstraZeneca, 2.708 Moderna, 1.226 J&J e 42.220 seconde dosi di cui 35.936 Pfizer, 5.402 AstraZeneca, 882 Moderna.

- Advertisement -

LE ULTIME NOTIZIE